traduci

07 feb 2012

Cefalea, il mal di testa

Ogni sensazione dolorosa circoscritta al capo è definita cefalea. Il mal di testa è uno dei disturbi più comuni e più fastidiosi ma, nel contempo, ancora privo di una esatta ed esauriente spiegazione scientifica, può presentarsi come un dolore diffuso o circoscritto, pulsante o fisso, talvolta accompagnato da altri sintomi come nausea e vomito. Ne esistono molte forme diverse ma sostanzialmente si distinguono in cefalee primarie e secondarie. La cefalea primaria è molto frequente, è essa stessa una malattia e si divide in emicrania (con o senz’aura) che spesso interessa un solo lato del capo o del volto, generalmente nella zona frontale- temporale- oculare, oppure occipitale (alla nuca), è accompagnata da
fastidio alla luce, ai suoni, agli odori; possono essere presenti nausea e/o vomito. La cefalea muscolo tensiva, detta anche da contrazione muscolare, perché causata da una involontaria contrazione dei muscoli del cuoio capelluto, della fronte, delle tempie, del collo e delle spalle ciò può essere causato da stress o tensione o per uno stato ansioso. È caratterizzata da un dolore cupo, persistente, descritto come un senso di oppressione o di pesantezza, costrittivo riferito come un“cerchio alla testa”; non è pulsante ed è spesso diffuso a tutto il capo oppure localizzato in regione occipitale o a livello degli occhi, sempre bilateralmente. Spesso la cefalea inizia in tarda mattinata o nel primo pomeriggio. La cefalea a grappolo episodica o cronica è una forma abbastanza rara detta anche cefalea da suicidio tanto è intenso e violento il dolore che la caratterizza. La cefalea a grappolo colpisce prevalentemente gli uomini, non è ereditaria e presenta sintomi associati ben definiti, quali lacrimazione, arrossamento e gonfiore oculare, contrazione della pupilla e congestione nasale. 
Le cefalee secondarie sono invece dei sintomi di altre malattie quali:
  •  Alterazioni digestive o infiammazioni intestinali.    
  • Traumi cranici o cervicali.    
  • Malattie del collo,orecchie,naso,gola,denti,bocca.    
  • Ipertensione   
  • Diabete    
  • Intossicazione/abuso/astinenza di sostanze ( es. alcool,stupefacenti,farmaci )  
  • Disturbi psichiatrici ( depressione )
Lettura energetica: le cefalee primarie riguardano il chakra della corona che è strettamente collegato con il chakra della radice. I disturbi che si manifestano in questi centri sottili denotano un forte attaccamento ed eccessivo controllo verso le cose materiali e una mancanza assoluta di onestà verso sé stessi. E’ probabile che la persona colpita spesso dal mal di testa stia agendo in determinate situazioni contro la propria volontà e con eccessiva rigidità o severità verso sé stessa e stia reprimendo un bisogno primario. Si terrà conto anche cosa impedisce di fare il dolore, potrebbe vietare di agire con incoerenza o di lasciarsi sopraffare.
E' bene ricordare (soprattutto per chi è attaccato alle proprie abitudini ) che la cefalea può essere scatenata dall'assunzione di determinate sostanze contenute negli alimenti :
ALCOOL ETILICO potente vasodilatatore.
AMINE VASOATTIVE  come la TIRAMINA, contenuta ad es. nei formaggi.
CAFFEINA essendo un vasocostrittore, in genere aiuta a risolvere l'episodio acuto di dolore ma, se si abusa di questa sostanza, l'organismo si abitua alla vasocostrizione e il mal di testa insorge non appena l'assunzione continua di caffè viene interrotta.
MONOSODIO  GLUTAMMATO è un potente vasoattivo contenuto nel brodo di dado
NITRITI e NITRATI presenti nei salumi.
GELATO è capace di provocare il mal di testa non per le sostanze che contiene, ma perché il freddo stimola in maniera eccessiva i nervi sensitivi della zona del palato.
  cefalea alimentazione
scienze-neurologiche/pdf/CEFALEE.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...